Venerdì, 14 Novembre 2014 13:09

La farina biologica è migliore?

Scritto da 

Richiamato dalla crescente necessità di salute e benessere, anche e soprattutto nel campo alimentare, il moderno ed aggiornato consumatore medio è sempre più alla ricerca di prodotti biologici e di alta qualità. In Italia, forse il primo paese al mondo per il consumo di pasta e pane, la farina la fa senza dubbio da padrone nel campo dei prodotti biologici.

Dove trovare la farina biologica

Trovare la farina biologica è semplice: in tutti i supermercati più forniti se ne trova una grande scelta; tutti i marchi più importanti ormai possiedono da qualche anno una doppia linea tutta biologica. Se invece quello che volete è una farina non industriale, magari a chilometro zero, potreste provare a cercare nei dintorni un piccolo rivenditore con certificazione bio, se ne trovano anche in città! La domanda che sorge spontanea, visto il prezzo, talvolta anche doppio, è questa: la farina biologica è realmente migliore, rispetto alla farina convenzionale?

Dare una risposta non è facile data la varietà degli elementi in gioco. Per quanto riguarda la salute, sicuramente il bio, sottoposto a controlli accurati, offre un prodotto sano, ricco di sostanze nutrienti, vitamine e minerali; un prodotto che è soprattutto libero da sostanze chimiche come neurotossine o pesticidi, grazie a materie prime (il grano in questo caso) e meccanismi di produzione rigorosamente biologici. Tuttavia in campo culinario la qualità non è solo garantita da alimenti sani, ma anche da alimenti buoni. E la campana del gusto, nel campo delle farine, non è sempre a favore del biologico.

Il parere degli esperti

Molti esperti sostengono infatti che la farina biologica ha una resa peggiore nel processo di panificazione e di lievitazione. Il rendimento inferiore in termini di lievitazione, secondo studi scientifici, dipende essenzialmente dalla minor quantità di proteine contenute mediamente nelle farine biologiche rispetto a quelle di tipo standard, che invece ne sono ricche. Ciò significa una minor quantità di glutine, la proteina complessa diretta responsabile dell'espansione e della lievitazione di prodotti da forno salati come pane e pizza e dolci come torte e panettoni. Quindi, come scegliere? Il consiglio è quello di comprare un po' di farina e cucinare, solo con la pratica scoprirete le vostre priorità.

Letto 1290 volte Ultima modifica il Venerdì, 14 Novembre 2014 13:18