Ecologia

Ecologia

Giovedì, 01 Ottobre 2015 15:27

Come e perché regalare dei fiori

Regalare un mazzo di fiori è il gesto più semplice ma più apprezzato in assoluto: e ciò è vero sia quando esso viene consegnato di persona, sia quando esso viene fatto recapitare, magari a sorpresa. D'altra parte, non sempre si ha la possibilità di donare un fiore o un bouquet in maniera diretta: magari per mancanza di tempo, o più banalmente per colpa della distanza fisica. In circostanze come queste, non c'è altro da fare che ricorrere a un servizio di consegna di fiori a domicilio.

Se vuoi scoprirne uno affidabile, visita il sito www.spedirefioriadomicilio.com: potrai avere a disposizione una procedura semplice ed efficace, pronta per essere sfruttata ogni volta che lo desideri. Per esempio, puoi decidere a che ora far eseguire la consegna dell'omaggio floreale: è sufficiente che specifichi l'orario nella scheda d'ordine o tramite posta elettronica. Nel caso in cui il destinatario non sia presente all'indirizzo segnalato, e quindi non possa ricevere materialmente l'omaggio, niente paura: sarà contattato per telefono dal fiorista assegnato, e così la consegna potrà essere concordata in base alle sue esigenze e alle sue preferenze.

Venerdì, 14 Novembre 2014 13:09

La farina biologica è migliore?

Richiamato dalla crescente necessità di salute e benessere, anche e soprattutto nel campo alimentare, il moderno ed aggiornato consumatore medio è sempre più alla ricerca di prodotti biologici e di alta qualità. In Italia, forse il primo paese al mondo per il consumo di pasta e pane, la farina la fa senza dubbio da padrone nel campo dei prodotti biologici.

Dove trovare la farina biologica

Trovare la farina biologica è semplice: in tutti i supermercati più forniti se ne trova una grande scelta; tutti i marchi più importanti ormai possiedono da qualche anno una doppia linea tutta biologica. Se invece quello che volete è una farina non industriale, magari a chilometro zero, potreste provare a cercare nei dintorni un piccolo rivenditore con certificazione bio, se ne trovano anche in città! La domanda che sorge spontanea, visto il prezzo, talvolta anche doppio, è questa: la farina biologica è realmente migliore, rispetto alla farina convenzionale?

Lo smaltimento eternit è un problema di vitale importanza per la salute dei cittadini e la tutela ambientale. Ma cos'è esattamente l'eternit? È stato inventato da un signore austriaco, Ludwig Hatschek, nel 1901: lo chiamò così per richiamare il termine latino "aeternitas", quindi per esaltarne la resistenza.
In realtà, il nome scientifico della sostanza è fibro-cemento, essendo un composto di fibre di amianto e cemento. Già nel 1903 il brevetto dell'eternit fu messo in produzione in Svizzera e l'azienda [i]Schweizerische Eternitwerke[/i] vide in breve tempo fiorire i suoi affari, tanto che aprì vari stabilimenti, alcuni in Italia.

Eternit: da successo industriale a elemento pericoloso

A partire dagli anni Sessanta, numerose ricerche dimostrarono che la polvere di amianto, che si stacca dai manufatti in eternit logorati, è altamente tossica e causa una malattia chiamata asbestosi e il cancro. Finalmente, la legge n. 257, del 27 marzo 1992, ha vietato l'amianto e imposto lo smaltimento dell'eternit in tutta Italia.